Hospice Nicola Falde. Santa Maria Capua Vetere

Hospice Nicola Falde. Santa Maria Capua Vetere
Hospice Nicola Falde. Primo Piano. Nei giardini che nessuno sa

giovedì 1 maggio 2014

Cancro le cure proibite (a cura di Massimo Mazzucco)

7 commenti:

  1. ci ho messo 2 giorni a vederlo, ma ne e' davvero valsa la pena.
    Ringrazio per averlo messo a disposizione ...
    Luciana

    RispondiElimina
  2. Ciao, complimenti a Paolo e Stefania per questa splendida (e utilissima) idea!
    Colgo l'occasione per fare una riflessione: cura "alternativa" contro il cancro non significa necessariamente che la cura è valida e funziona.

    Cinque anni fa ho perso mio padre a causa di un tumore, curato con chemioterapia. Io avevo proposto la Di Bella ma non c'è stato modo di discutere questa strada alternativa né con il diretto interessato né con i parenti, tutti assolutamente refrattari a percorrere strade non ufficiali.

    Da allora ho continuato a documentarmi sulle cure alternative alla chemio e ho capito che le cure alternative non sono tutte affidabili allo stesso modo: ci sono quelle per cui c’è una mole importante di prove a favore (come la Di Bella), e ce sono altre basate sul nulla.

    Commento non a caso sotto questo video di Massimo Mazzucco: una delle cure "proibite" e sponsorizzate sul sito luogocomune.net è la terapia di Tullio Simoncini, secondo cui si potrebbe curare il cancro con il bicarbonato. Non so se questo sia possibile o no, ma ho notato che Mazzucco sponsorizza questa cura con molto entusiasmo citando dati e testimonianze ingannevoli.

    Naturalmente non voglio offendere nessuno né tantomeno Mazzucco, ma la delicatezza del tema affrontato in questo blog mi spinge a condividere con voi questa riflessione: non date per oro colato le affermazioni di qualunque persona reclamizzi una miracolosa cura alternativa, ma VERIFICATE SEMPRE TUTTO di persona. Se una cura funziona davvero, non sarà difficile trovare testimonianze VERE e ATTENDIBILI di persone guarite in quel modo.

    Tornando al video di Mazzucco, quando qualche tempo fa mi stavo informando sulla cura Simoncini, lessi questo post (www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3026) intitolato così da Mazzucco “Cura il cancro per e-mail: Questa è un’altra paziente curata di recente da Tullio Simoncini da un tumore alla vescica”.

    In realtà, andando a leggere il post e i commenti subito sotto, emerge che la paziente ha curato il cancro perché se lo è fatto asportare con un normale intervento chirurgico in un ospedale tradizionale, la cura Simoncini è stata fatta solo dopo l’intervento e non centra nulla con la scomparsa del tumore. Sul suo sito Mazzucco pubblica anche un certificato medico (in inglese: http://www.luogocomune.net/site/modules/news/library/lorna1.jpg) sostenendo che il certificato prova che la paziente è guarita grazie a Simoncini. Leggendo con attenzione il certificato, in realtà c’è scritto che la paziente non ha più il tumore perché le è stato asportato chirurgicamente.

    Con questo non voglio dire che la cura Simoncini non funzioni, ma solo attirare l’attenzione su un fatto: non basta che una cura sia “alternativa” per dire automaticamente che funzioni, può anche essere semplicemente una bufala o una truffa.

    Grazie ancora a Paolo e Stefania per questo sito, ce n’è bisogno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cura di Simoncini ha una buona teoria ma se non funziona forse perché il bicarbonato di sodio non fa sintetizzare la vitamina C E

      Elimina
  3. concordo pienamente con quanto scritto dall' anonimo precedente, e traggo spunto per discutere in merito ai rimedi alternativi al cancro pubblicati nel video sovrastante. riguardo la cura Simoncini, della cui situazione medica non indugio oltre, è stato più volte sostenuto dallo stesso che la somministrazione endovena di bicarbonato di sodio, proposta nel libro Il cancro è un fungo, è non solo priva di validità scientifica, ma neppure mai dimostrata , sebbene siano state fatte false interviste, come scritto di sopra, che ne attestano la veridicità, anche se una semplice indagine ha rivelato l' inganno celato. un' altra cura inoltre che viene proposta è l' utilizzo di tinture di iodio, che lo stesso mazzucco dice di aver utilizzato su una paziente, e che esse abbiano funzionato. l' utilizzo di tinture era stato suggerito da simoncini, il quale aveva ipotizzato( o meglio affermato) che il cancro della paziente fosse invece un fungo. per quanto riguarda il metodo di bella, che prevedeva l' uso della SOMATOSTATINA, un' ormone venduto come farmaco di livello H nel '99, seppure si sostenga il contrario in alcune interviste e in referti medici di dubbia entità, E' STATO ANALIZZATO DAL MINISTERO DELLA SALUTE NEL '99 E NE E' STATA DIMOSTRATA L' INEFFICACIA . i pazienti sottoposti a tale cura non mostravano una diminuzione dei paramatri tumorali nell' organismo, tantomeno una definitiva scomparsa di esso. concludendo, è inutile sostenere o credere tali menzogne, poiché prive di validità scientifica e senza nessun effetto nei pazienti, come è inutile credere a complotti internazionali che nascondano la veridicità di tali cure.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incredibile che nel 2015, quando addirittura Veronesi ha sostenuto che la Di Bella funziona, c'è qualche imbecille che ancora insiste con questa storia della sperimentazione. Madonna.

      Elimina
  4. Salve buon giorno a tutti Rappresento un gruppo di persone in cui noi crediamo avere trovato la cura do Cacro, fondamentalmente con una nuova formula base di un componente chimico la FOSFOETANOLAMINA che quando sintetizzato aiuta il sistema immunitario ad attaccare le cellule tumorali.

    Lo studio è stato condotto per 20 anni da un'università stimabile in Brasile.

    Ma purtroppo dopo tanto lavoro e la stazione di studio bloccato l'enorme burocrazia e non approvazione della produzione organi nazionali competenti su larga scala perché questo istituto richiede in somma vogliano tutti diriti su la formula.

    La grande domanda è che questo istituto federale non ha voluto darci alcuna certezza che il rimedio sarà realmente approvato e commercializzato.

    Vi è infatti un grande interesse delle grandi industrie farmaceutiche in modo che la cura non viene rilasciato. Se regaliamo i diritti della formula, loro potrebbe semplicemente dire che non funziona e archiviare tutto. Rendere più di 20 anni di ricerca sono stati persi.

    Durante un periodo dell'università prodotti per conto proprio e distribuisce gratuitamete il rimedio

    Tutti i pazienti arruolati erano o guariti o avevano significativi miglioramenti nei loro quadri clinici in 3 a 6 mesi dopo il trattamento.

    Senza chimio ou radio terapia.

    Erano tutti i pazienti ad una faccia molto avanzato della malattia che non poteva nemmeno alzarsi dal letto da solo, che in 20 giorni più tardi già avuto disponibilità a lavorare nel campo.

    Abbiamo tutto registrato.

    Anche con tutto ciò che il governo brasiliano non vuole rilasciare il prodotto per ragioni interne. Una battaglia legale si trascina da anni per fabbricare su larga scala.

    Mentre le persone muoiono ogni giorno in attesa del rimedio. L'università è stato vietato di produrre il rimedio e distribuilo gratuito. Solo alcune persone attraverso ordini del tribunale il diritto di chiedere l'università per la loro produzione.

    Ma noi pensiamo che le persone non devono morire. Abbiamo l'idea di portare la formula per l'Italia e, se possibile produrre qui in Italia.

    O produrre su piccola scala, al fine di aiutare coloro che hanno veramente bisogno.

    Ma per questo dobbiamo superare alcuni ostacoli, perché abbiamo bisogno di un laboratorio chimico attrezzato e l'accesso ai componenti chimici, e un professionista chimico responsabile.
    Se qualcuno ha un interesse a saperne di più circa la nostra medicina o vogliono aiutare in qualsiasi modo.
    Vi chiedo di contattarci via e-mail

    progettocancro@gmail.com

    Grazie Mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la formula ?? pubblica la formula estta e intera ..

      Elimina